La gestione sostenibile della fase produttiva di Barilla

Il Gruppo Barilla promuove il miglioramento dell’impronta ambientale dei propri processi produttivi attraverso la gestione e il monitoraggio delle risorse energetiche utilizzate negli stabilimenti, delle relative emissioni di gas a effetto serra, dei consumi idrici e degli scarti di produzione.

Per questo motivo il Gruppo ha definito da anni solidi sistemi di gestione ambientale conformi alla norma internazionale ISO 14001 e sistemi di controllo delle risorse energetiche certificati secondo lo standard ISO 50001.

93% volumi di produzione realizzati in siti produttivi con certificazione ISO:14001

Certificazione siti produttivi

Certificazione siti produttivi

Barilla, in un’ottica di trasparenza e puntuale informazione riguardo all’impatto ambientale dei propri processi produttivi, aderisce alle iniziative del Carbon Disclosure Project, organizzazione internazionale indipendente che promuove lo sviluppo di sinergie fra comunità finanziaria e mondo delle imprese, al fine di monitorare e valorizzare l’impegno nel contenimento del cambiamento climatico e nell’uso responsabile e sostenibile delle risorse idriche. In particolare Barilla partecipa ai questionari CDP Supply Chain Water and Climate e CDP Forest.

L’attenzione alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni

Barilla persegue il miglioramento del proprio profilo ambientale attraverso un importante piano di investimenti volto a garantire il continuo ammodernamento degli impianti produttivi e l’adozione di tecnologie innovative ad alta efficienza. Nel corso dell’anno il Gruppo ha destinato oltre 5,4 milioni di euro per spese e investimenti volti alla tutela e alla protezione dell’ambiente.

5,4 milioni di euro destinati a spese e investimenti per la tutela e la protezione ambientale 

In particolare, in Italia, Francia, Turchia, Grecia e Stati Uniti, grazie al programma “ESP Energy Saving Project”, il Gruppo ha realizzato ulteriori interventi volti alla riduzione dei consumi di energia negli impianti produttivi, tra cui:

  • la sostituzione dei bruciatori, il miglioramento dell’isolamento termico dei macchinari e la realizzazione di sistemi di recupero e riduzione delle perdite di calore;
  • l’installazione e l’automazione di gruppi frigoriferi, compressori e impianti di condizionamento ad alta efficienza energetica;
  • l’installazione di nuovi sistemi di illuminazione a LED.

GLI INVESTIMENTI PER IL SUGHIFICIO DI RUBBIANO

Nel corso del 2017 Barilla ha promosso un investimento volto a raddoppiare la capacità produttiva dello stabilimento di produzione dei sughi di Rubbiano e introdurre nuove tecnologie in grado di aumentare l’efficienza dei processi produttivi e ridurre al contempo il consumo di energia e le emissioni di gas serra.

La maggior parte di tale investimento è stata infatti destinata all’implementazione di tecnologie meccaniche e infrastrutture telematiche in linea con le logiche dell’Industria 4.0. Tali innovazioni consentiranno a Barilla di ridurre gli impatti ambientali dello stabilimento, con una diminuzione stimata del 7% per quanto riguarda le emissioni di CO2 e del 9% per i consumi idrici.

Consumi di energia

Grazie a tali interventi il Gruppo ha potuto mantenere i consumi energetici in linea con quelli dell’anno passato a fronte di un incremento dei volumi di produzione.

CONSUMO ANNUO DI ENERGIA SUDDIVISO PER FONTE (GJ)

2017

2016

CONSUMI DIRETTI

2.595.331

2.501.626

Energia da fonti non rinnovabili

Gas Naturale

2.210.737

2.090.125

Olio combustibile

5.124

10.649

Diesel

459

514

Benzina

5

7

Energia autoprodotta tramite cogenerazione  

Energia Termica

227.052

231.552

Energia elettrica

151.954

168.779

CONSUMO ANNUO DI ENERGIA SUDDIVISO PER FONTE (GJ)

CONSUMI INDIRETTI

2.853.325

2.852.398

Energia elettrica

2.251.749

2.229.554

da non rinnovabili

1.036.988

1.291.300

da fonti rinnovabili

1.214.761

938.253

Energia Termica

590.016

609.561

da non rinnovabili

590.016

609.561

da fonti rinnovabili

0

0

Energia per raffreddamento

11.561

13.283

da non rinnovabili

11.561

13.283

da fonti rinnovabili

0


0

ENERGIA CONSUMATA PER TONNELLATA DI PRODOTTO FINITO

2017

2016

Energia consumata (GJ/t)

3,13

3,14

L’utilizzo razionale ed efficiente delle risorse energetiche e l’incremento degli approvvigionamenti energetici da fonti rinnovabili con certificati GO (Garanzia d’Origine), ha consentito al Gruppo Barilla di mantenere le emissioni di gas ad effetto serra a livelli simili a quelli registrati nell’anno passato. 

65% dell’energia elettrica acquistata dalla rete proviene da fonti rinnovabili con certificati GO

Emissioni di gas a effetto serra

Nel corso dell’anno sono proseguite le iniziative per la riduzione del trasporto dei prodotti su gomma a favore di mezzi con minore impatto ambientale. In particolare Barilla in Svezia e Germania, ha incrementato la quota di prodotti movimentati via treno, con una riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra stimabile in oltre 1.600 tonnellate nell’anno.

Nell’ambito della strategia di Barilla per la riduzione delle emissioni inquinanti l'atmosfera, anche il piano di ammodernamento della flotta aziendale riveste un ruolo importante. In particolare, il Gruppo ha raggiunto un importante traguardo in ambito logistico, integrando, in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile, il proprio parco mezzi con 3 nuovi trattori stradali alimentati a gas metano liquido. I nuovi mezzi consentono al Gruppo di ridurre del 70% le emissioni di ossido di azotodel 15% quelle di anidride carbonica  e la quasi totalità delle emissioni di particolato, rispetto ad un mezzo equivalente alimentato a diesel.

Il processo di rinnovamento del parco mezzi ha portato inoltre all’acquisto da parte del Gruppo di 83 veicoli ad alimentazione ibrida, ovvero con motore termico ed elettrico integrati, che consentiranno a Barilla di ridurre di quasi il 40% le emissioni di anidride carbonica generate rispetto all’utilizzo di veicoli convenzionali. Parallelamente all’acquisto dei mezzi ibridi Barilla ha inoltre portato a termine l’installazione di 31 colonnine di ricarica all’interno dell’area parcheggi dello stabilimento di Pedrignano.

EMISSIONI DI GAS A EFFETTO SERRA PER SCOPE 

2017

2016

Scope 1 (t CO2 eq)

185.492

180.148

Emissioni da utilizzo di combustibili fossili

150.816

143.100

Emissioni da impianti di cogenerazione di proprietà

34.676

37.048

Scope 2 (t CO2 eq)

193.687

197.033

Emissioni indirette per consumi elettrici

98.659

98.570

Emissioni indirette per energia termica prodotta da cogeneratori esterni

94.903

98.318

Emissioni indirette per energia frigorifera prodotta da cogeneratori esterni

125

144

Totale

379.179

377.181

EMISSIONI DI GAS AD EFFETTO SERRA PER TONNELLATA DI PRODOTTO FINITO 

2017

2016

Emissioni CO2 (t CO2eq)

0,22

0,22

-29% di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra per prodotto finito rispetto al 2010

Prelievi idrici

Barilla promuove il miglioramento del proprio profilo ambientale anche attraverso l’utilizzo responsabile delle risorse idriche. Il Gruppo ha dunque attivato nei propri impianti produttivi, nel corso degli anni, progetti specifici per la riduzione dei consumi idrici, che hanno consentito all’azienda di ridurre il proprio fabbisogno idrico per tonnellata di prodotto finito del 3% rispetto al 2016 e del 23% rispetto al 2010.

CONSUMI IDRICI, SUDDIVISI PER FONTE DI APPROVVIGIONAMENTo

 

2017

2016

Da pozzo (m3)

1.375.655

1.453.925

Da acquedotto pubblico (m3)

985.641

936.333

Totale

2.361.296

2.390.258

Consumi idrici per tonnellata di prodotto finito
20172016
Consumi idrici (m3)1,361,40

-23% di riduzione dei consumi idrici per prodotto finito rispetto al 2010

SCARICHI IDRICI, SUDDIVISI PER DESTINAZIONe 

 

2017

2016

In acque superficiali (m3)

211.637

206.924

In fognatura (m3)

674.802

662.186

Totale

886.439

869.110

Rifiuti

Barilla pone in essere progetti per incentivare la riduzione dei rifiuti prodotti e adottare modalità di recupero degli stessi in sostituzione allo smaltimento. In particolare l’attenta gestione del processo produttivo e delle modalità di lavorazione delle materie prime, ha portato Barilla a ridurre la produzione di rifiuti rispetto all’anno passato, a fronte dell’aumento dei volumi di produzione.

RIFIUTI PRODOTTI PER TIPOLOGIA

2017

2016

Rifiuti non pericolosi (t.)

28.214

28.303

Rifiuti pericolosi (t.)

416

687

Totale

28.630

28.990

RIFIUTI PRODOTTI PER TONNELLATA DI PRODOTTO FINITO

2017

2016

Rifiuti prodotti (t.)

0,0164

0,0170

RIFIUTI PRODOTTI PER DESTINAZIONE

 

2017

2016

Rifiuti non pericolosi (t.)

28.214

28.304

Riciclo

26.576

26.244

Smaltimento

1.638

2.060

Rifiuti pericolosi (t.)

416

687

Riciclo

351

596

Smaltimento

65

91