Persone Barilla

Diversità, uguaglianza e inclusione per Barilla sono da sempre parte integrante della cultura, dei valori e del Codice Etico del Gruppo.

Tali valori sono infatti un fattore determinante per il proprio modello di crescita e modo di fare impresa.

Il Gruppo è impegnato in un percorso volto a promuovere lo sviluppo del valore di ogni persona, a rispettare l’integrità fisica, culturale e morale, e il diritto di associarsi con altri, e a porre attenzione a tutti gli aspetti della vita delle persone, perché è proprio la vita umana a ispirare tutte le attività della società. Barilla supporta e rispetta i diritti umani in tutte le proprie attività e nella sua sfera di influenza, offrendo pari opportunità per lo sviluppo delle persone e garantendo la protezione della loro privacy.

Barilla supporta e rispetta i diritti umani in tutte le proprie attività e nella sua sfera di influenza.

Tale percorso ha previsto sia l’avvio di collaborazioni con organizzazioni esterne, mirate all’ottenimento di risultati specifici, sia l’adozione di politiche e procedure aziendali volte a sottolineare il ruolo centrale dell’inclusione delle diversità quale imperativo di business.

Il Gruppo ha inoltre istituito il Global Diversity & Inclusion Board che collabora con l’azienda nell’identificazione delle aree potenziali di miglioramento, nella definizione di nuove iniziative e nel monitoraggio di quelle in essere, al fine di far garantire a Barilla continui progressi per essere sempre di più un’azienda modello sui temi della diversità e dell’inclusione. Infine, parallelamente all’istituzione del Global Diversity & Inclusion Board il Gruppo ha nominato un Chief Diversity Officer, che risponde direttamente all’Amministratore Delegato.

Una gestione rivolta al rispetto delle diversità e alla promozione dell’inclusione risulta fondamentale per un’azienda presente in tutto il mondo con di più di 8.000 persone, assunte per la quasi totalità con contratto a tempo indeterminato, segno della costante attenzione di Barilla nel garantire la stabilità occupazionale dei propri dipendenti. 

Persone Barilla per regione e tipologia contrattuale e genere - 2017

Contratto a tempo indeterminato

Contratto a tempo determinato

 

Uomo

Donna

Totale

Uomo

Donna

Totale

Italia

2.903

973

3.876

107

78

185

Resto d’Europa

1.790

968

2.758

108

54

162

Americas

362

169

531

0

0

0

AAA

202

79

281

0

0

0

Resto del Mondo

67

53

120

2

3

5

Totale

5.324

2.242

7.566

217

135

352

Nota: I dati riportati nel seguente capitolo, attinenti al personale, fanno riferimento a Barilla G. e R. Fratelli a esclusione del Messico, dove sono impiegate 273 persone. In base alla legislazione nazionale vigente negli Stati Uniti non si applica la distinzione tra contratto a tempo indeterminato e determinato: il rapporto di lavoro può essere interrotto in qualsiasi momento da entrambe le parti senza alcuna responsabilità. Le Persone Barilla negli Stati Uniti, al fine del documento, sono considerate assunte con contratto a tempo indeterminato.

DIPENDENTI PER FASCE D'ETÀ

DIPENDENTI PER FASCE D'ETÀ

PERSONE BARILLA PER ANZIANITÀ AZIENDALE

Persone Barilla per anzianità aziendale

Nel 2017 Barilla ha erogato, per la terza volta dopo il 2015, il questionario per la misurazione del livello percepito di rispetto e valorizzazione delle diversità e di inclusione oltre al livello di coinvolgimento dei dipendenti. Più di 4.000 dipendenti partecipano al sondaggio, pari all’85% delle persone interessate. Barilla riceve 7.800 commenti a fronte di quattro domande aperte. Grazie a questi risultati si identificano i punti di forza ma soprattutto le aree con opportunità di intervento.

Il 90% dei rispondenti all’indagine su diversità e inclusione si dice orgoglioso di essere un dipendente Barilla

Il rispetto delle diversità

Barilla opera ogni giorno per il raggiungimento di un livello sempre maggiore di equilibrio tra i generi in azienda, nel rispetto degli orientamenti e dei valori personali. Relativamente a tale aspetto, per Barilla, ricopre un ruolo importante la valorizzazione del talento femminile, attraverso la definizione di obiettivi sfidanti per essere considerata un’azienda sempre più inclusiva nei confronti delle donne.

Persone Barilla per categoria professionale - 2017

 

Totale

Di cui donne

Executive

163

33

Manager

612

237

Impiegati

1.764

760

Operai

4.958

1.241

Forza Vendita

421

106

Totale

7.918

2.377

Il 35% degli executive e dei manager Barilla sono donne, in linea con il 2016

PRESENZA FEMMINILE NEL GLOBAL TALENT POOL

PRESENZA FEMMINILE NEL GLOBAL TALENT POOL

L’equilibrio tra i generi si concretizza anche attraverso forme di supporto alla conciliazione tra la vita lavorativa e quella privata. Barilla garantisce infatti congedi parentali a tutti i propri dipendenti conformemente alle normative vigenti e alla legislazione locale. Inoltre nel corso dell’anno Barilla ha definito un progetto pilota, denominato Winparenting, a supporto della gestione del congedo parentale, attraverso la conduzione di Focus Group per identificare i bisogni di manager e genitori in questa fase della vita.

Dipendenti che hanno usufruito del congedo parentale

Uomo

Donna

Totale

Executive

0

1

1

Manager

13

24

37

Impiegati

7

30

37

Operai

37

43

80

Forza Vendita

4

11

15

Totale

61

109

170

I dati attinenti al congedo parentale fanno riferimento all’89% della popolazione aziendale

Dipendenti che sono rientrati in azienda dopo il congedo parentale - 2017

 

Uomo

Donna

Totale

Executive

0

0

0

Manager

13

24

37

Impiegati

7

19

26

Operai

36

41

77

Forza Vendita

4

6

10

Totale

60

90

150

I dati attinenti al congedo parentale fanno riferimento all’89% della popolazione aziendale

Dipendenti che sono rientrati in azienda dopo il congedo parentale e che sono ancora impiegati dopo dodici mesi dal loro ritorno - 2017

 

Uomo

Donna

Totale

Executive

0

0

0

Manager

13

13

26

Impiegati

6

14

20

Operai

36

30

66

Forza Vendita

3

4

7

Totale

58

61

119

I dati attinenti al congedo parentale fanno riferimento all’89% della popolazione aziendale

Indice di rientro al lavoro

Indice di retention

88%

83%

I dati attinenti al congedo parentale fanno riferimento all’89% della popolazione aziendale.

Indice di rientro al lavoro calcolato come: (numero totale di dipendenti che sono rientrati dal congedo parentale/ numero totale di dipendenti che hanno usufruito del congedo parentale).

Indice di retention calcolato come: (numero totale di dipendenti che sono ancora impiegati dopo dodici mesi dal loro ritorno dal congedo/ numero totale di dipendenti che sono rientrati dal congedo parentale nell’anno di rendicontazione precedente).

Attività svolte

Barilla, non tollera alcuna forma di discriminazione o esclusione per quanto attiene età, cultura, etnia, nazionalità, credo religioso, provenienza, opinione politica, stato civile, genere e orientamento sessuale.

Per favorire una cultura ogni giorno più inclusiva, il Gruppo Barilla ha promosso la nascita e lo sviluppo di differenti ERG (Employee Resource Group), ovvero gruppi di interesse creati dai dipendenti per i dipendenti che ruotano intorno a specifiche diversità.

LE ATTIVITÀ PROMOSSE DAI DIPENDENTI BARILLA PER LA DIVERSITÀ E L'INCLUSIONE


Nel corso del 2017 Barilla ha supportato attivamente le diverse attività promosse dai gruppi ERG in tutto il mondo, in particolare:

VoceVoce, in Italia, Francia, Germania e Stati Uniti per discutere le tematiche LGBTI.
AlleanzaBalance, in Italia e Stati Uniti, per la promozione di corretto equilibrio tra sfera lavorativa e privata.
Alleanza, negli Stati Uniti, a sostegno delle minoranze latine e afro-americane.
logo WelcomeWelcome Home, in Italia, per la promozione della multiculturalità sul luogo di lavoro.
Hand in Hand, nei paesi dall’area AAA, per la promozione della diversità di genere e le pari opportunità.
logo Y.o.U.N.G.Young, in Italia, per il sostegno alle diversità tra le differenti generazioni presenti in azienda.
Respeito, in Brasile, per la tutela e il rispetto delle differenze personali sul luogo di lavoro.
logo InclusivoInclusivo, in Canada, per la promozione di un luogo di lavoro inclusivo nei confronti di tutti i dipendenti.


Si inserisce nel percorso intrapreso da Barilla per promuovere la diversità e l’inclusione anche il supporto al progetto della start up svizzeraIncludeed.com” che, attraverso la realizzazione di un’innovativa piattaforma online, vuole colmare il divario esistente tra l’impegno comunicato dalle aziende sul tema della diversità e la percezione dei lavoratori con riferimento alle discriminazioni sul posto di lavoro per sesso, età, etnia o orientamento sessuale. La partecipazione a tale progetto consente a Barilla di confrontarsi con altre realtà attivamente impegnate nella promozione della diversità e condividere best practice in un modo diverso e innovativo.

Con riguardo ai diritti dei lavoratori LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender, Intersex), Barilla, prima azienda italiana a sottoscrivere un’iniziativa delle Nazioni Unite, sostiene attivamente dal 2017 gli Standards of Conduct for Business dell’Ufficio dell’Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite che si pongono l’obiettivo di affrontare il tema della discriminazione LGBTI nel mondo del lavoro. Gli Standards of Conduct Business mirano infatti a definire regole di condotta a cui le aziende dovrebbero attenersi nei confronti di dipendenti, fornitori, clienti e distributori LGBTI. Tali norme di comportamento sono definite al fine di supportare il rispetto e il sostegno ai diritti delle comunità LGBTI nei luoghi dove le aziende operano, a eliminare la discriminazione e a supportare i lavoratori LGBTI.

A ulteriore riprova dell’impegno di Barilla verso le comunità LGBTI nel mondo, l’azienda ha creato un comitato chiamato VOCE in Usa, Francia, Italia e Germania per discutere in merito alle tematiche legate alle discriminazioni derivanti da differenti orientamenti sessuali. Inoltre nel 2017 Claudio Colzani, amministratore delegato del Gruppo Barilla, si è unito a più di 270 amministratori delegati per firmare il CEO Action for D&I pledge, impegnandosi per promuovere la diversità e inclusione sul posto di lavoro.

Supporto ai rifugiati

I programmi di inserimento lavorativo a supporto dei rifugiati

In un periodo storico caratterizzato da un elevato incremento dei flussi migratori a seguito di crisi e conflitti a livello globale, il Gruppo Barilla mette in atto progetti e iniziative a livello locale volte all’accoglienza, l’inclusione e l’integrazione dei rifugiati giunti nei paesi Europei.

Svezia

Barilla Filipstad ha avviato una partnership con il centro per l’impiego nazionale e l’associazione Swedish for immigrants (SFI), al fine di accogliere all’interno del proprio stabilimento produttivo un gruppo di rifugiati accolti in Svezia. Ognuna di queste persone è supportata, nell’arco di sei mesi, da un supervisore Barilla, che li guida in un percorso di inserimento lavorativo, attraverso il quale hanno la possibilità di apprendere sia la lingua svedese sia una nuova professione. L’obiettivo di Barilla, al termine di tale percorso e a seguito di un test linguistico, è di offrire ai partecipanti a questa iniziativa la possibilità di ottenere un impiego all’interno dello stabilimento produttivo. Nel corso del 2017 Barilla Filipstad ha assunto 9 rifugiati e ricevuto importanti riscontri positivi.

Italia

In Italia Barilla, in partnership con Adecco e l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha lanciato un progetto volto all’inserimento lavorativo di un gruppo di rifugiati, attraverso un contratto di apprendistato, nell’ufficio di Pedrignano e nei siti produttivi del Gruppo. L’obiettivo del progetto è di supportare i rifugiati accolti in Italia a integrarsi con maggior facilità nella società italiana, anche attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro.

Germania

Il Gruppo ha avviato collaborazioni con le Camere di Commercio locali, una serie di iniziative volte a favorire l’inserimento lavorativo nell’ufficio di Colonia e nello stabilimento produttivo di Celle dei rifugiati accolti in Germania. Barilla offre ai rifugiati l’opportunità di partecipare a un periodo di apprendistato nel quale hanno la possibilità, anche attraverso l’attività lavorativa, di imparare la lingua tedesca e approfondire la cultura locale, in un’ottica di maggiore integrazione e inserimento nella comunità. Nel corso del 2017 Barilla ha assunto attraverso tale iniziativa una persona nell’ufficio di Colonia e attivato il programma di apprendistato per altre tre persone nell’impianto produttivo di Celle.

Disabilità

Relativamente al tema delle disabilità il Gruppo è attento a creare luoghi di lavoro accessibili e inclusivi. Nel corso dell’anno Barilla ha sviluppato un percorso di sensibilizzazione e formazione delle proprie Persone riguardo a questo tema e alla sua integrazione nel mondo del lavoro. L’obiettivo di tale percorso è stato di incentivare lo sviluppo di idee e soluzioni creative e innovative per superare le barriere fisiche e sociali presenti in azienda nei confronti delle persone con disabilità.

A tal fine Barilla ha promosso lo svolgimento, a Parma, della conferenza annuale del Disability Matters Europe Conference & Awards, uno dei più importanti eventi aziendali dedicato al tema della disabilità e della sua tutela sul luogo di lavoro. La Conferenza ha visto la partecipazione di relatori di spicco in rappresentanza delle best practice nel settore aziendale, insieme ad oltre 80 esperti del mondo accademico, governativo e delle mondo non profit. Tra i presenti alla manifestazione ha partecipato anche la campionessa paralimpica Bebe Vio.

Sul tema delle disabilità il Gruppo ha attivato anche l’evento Hackability, una confronto tra team interdisciplinari, nel quale le persone con disabilità, insieme a degli artigiani e designer, progettano strumenti per cucinare e nuovi packaging adatti alle esigenze delle persone con bisogni speciali. Già dalla fine del 2017 Barilla ha ospitato, nella sede di Parma, le fasi cruciali dell’iniziativa e ha invitato i propri dipendenti a prendervi parte, mettendo a disposizione mentori con competenze specifiche.